• Scuola Calcio

    Calcio a 5 per i ragazzi dai 5 anni in su

  • L’impegno dell’associazione ASD Jatina

    L’impegno dell’associazione ASD Jatina

    L’impegno dell’associazione ASD Jatina si concentra soprattutto sulla scuola di calcio a Palermo, una passione pluridecennale che coniuga l’attività sportiva con quella pedagogica. La scuola calcio coinvolge i ragazzi dai 5 anni in su strutturandosi in diverse categorie (Primi Calci, Pulcini, squadra A e B, Esordienti, Giovanissimi, Allievi, prima squadra e Jatina Calcio Femminile, al suo esordio nel 2016). Gli allenamenti delle squadre si svolgono presso il campo di calcio a 5 "Fiorella Villanova" a San Giuseppe Jato, sede anche di eventi di raccolta fondi dedicati alla cultura della solidarietà e della legalità. 

    Per la ASD Jatina calcio fa rima con impegno sociale, come dimostrano le manifestazioni di raccolta fondi a cui la società partecipa ogni anno. Tra queste l’evento “Un calcio alla mafia”, giunto ormai alla settima edizione e volto a sensibilizzare i giovani in occasione dell’anniversario della morte di Giovanni Falcone e della strage di Capaci avvenuta il 23 maggio 1992. La giornata, dedicata alla celebrazione dello sport e della legalità, si svolge alla presenza delle autorità cittadine, del Presidente del Centro Studi Parlamento della Legalità e del Coordinatore Nazionale Iniziative Culturali Mondo Giovanile e Scuola ed è inaugurato dal calcio d’inizio affidato a un giovane giocatore in veste di “Ambasciatore dell’innocenza”.

  • Il torneo contro la sub cultura mafiosa

    Il torneo contro la sub cultura mafiosa

    Il torneo contro la sub cultura mafiosa nasce per volontà dell’Associazione “Generazione Jato” in collaborazione con il Parlamento della Legalità Internazionale, onlus impegnata in attività di sensibilizzazione volte a promuovere la cultura della pace, della tolleranza e della legalità ispirata alle figure che hanno dato un contributo significativo contro le mafie e la criminalità organizzata. “La mafia è un fenomeno umano e come tale avrà un inizio e una fine”: il monito di Giovanni Falcone fa da sfondo a un evento calcistico dal forte valore simbolico, vero e proprio inno alla vita dedicato alla riflessione e alla celebrazione dello sport come momento di aggregazione e di solidarietà. 

    L’evento si inserisce in un ampio cartellone di eventi, la “Settimana della legalità”, promossa dai Comuni e dalle associazioni di San Giuseppe Jato e San Cipirello, articolato in mostre, convegni, tornei, dibattiti letterari, concorsi ed eventi dedicati al turismo responsabile. L’impegno della scuola calcio di Palermo nel promuovere i valori della tolleranza e della civiltà si esprime in numerose occasioni, inclusa la partecipazione della squadra di calcio femminile a eventi sportivi contro la violenza sulle donne, come il torneo quadrangolare di Misilmeri che ha coinvolto, oltre alla Jatina, le squadre Prato Verde, Atletico Emyr e Don Carlo Lauri.

  • ​La scuola calcio di Palermo

    ​La scuola calcio di Palermo

    La scuola calcio di Palermo vanta un’esperienza pluridecennale nell’educazione al gioco del calcio a livello giovanile. Grazie alle qualificate competenze del suo staff tecnico, l’associazione si rivolge a diverse fasce d’età dedicando a ciascuna percorsi di formazione specifici, strutturati in un bagaglio di insegnamento tecnico-tattici studiato per favorire il progressivo perfezionamento delle abilità dei ragazzi e per stimolare il confronto continuo tra coetanei e ragazzi di diverse età. Competenze tecniche e doti comunicative convivono in eguale misura nella figura dell’allenatore, consentendo di trasmettere gli insegnamenti tecnici e al contempo di inquadrarli in un percorso educativo più ampio, in grado di coinvolgere anche gli aspetti educativi e formativi connessi alla pratica sportiva e al gioco di squadra. 

    A partire dai 5 anni di età, la scuola di calcio affianca i ragazzi nello sviluppo delle capacità motorie e di coordinamento, nel rispetto dei ritmi di crescita del ragazzo e delle sue doti cognitive. Questo si traduce, in particolare, nell’attenzione ad applicare metodi d’insegnamento commisurati alle capacità di apprendimento dei giovani in età scolare, adottando metodiche differenziate in base alle diverse fasce d’età. Alla base dell’insegnamento c’è la volontà di trasmettere la passione per il calcio, inteso come espressione atletica ma anche e soprattutto come gioco, come esperienza condivisa da un squadra.

  • Relazionarsi in maniera equilibrata

    Relazionarsi in maniera equilibrata

    Questo tipo di approccio consente di privilegiare fattori come l’importanza dell’autostima, di relazionarsi in maniera equilibrata ed autonoma nei confronti del gruppo e di esprimere un comportamento leale nei confronti nei compagni e dell’avversario. Le strategie comunicative si traducono nella capacità di valorizzare gli aspetti positivi a livello di gioco e di comportamento, educando i ragazzi a ragionare al plurale e a elaborare obiettivi condivisi, oltre che ad adottare regole di vita comuni che travalicano il calcio per proiettarsi anche nella vita quotidiana, nell’ambiente familiare e nelle situazioni di interazione tra i ragazzi al di fuori del campo.

    Il rinforzo positivo, l’incentivazione dei comportamenti altruistici e l’educazione ai valori morali formano un bagaglio che contribuisce all’armonico sviluppo dell personalità dei più giovani offrendo un importante valore aggiunto al loro percorso di crescita.

  • Realtà affermata nel settore dello sport

    Realtà affermata nel settore dello sport

    Sul piano tecnico, l’affinamento delle abilità proprie di ogni ruolo di gioco si affianca agli insegnamenti finalizzati allo sviluppo delle capacità coordinative: questi ultimi coinvolgono il perfezionamento delle capacità sensopropriocettive attraverso l’impiego di metodologie specifiche e lo sviluppo del fattore tecnico-coordinativo. 

    Un ulteriore step è dato dalla veicolazione delle capacità tattiche che integra le doti tecniche consentendo al giocatore di sviluppare la propria dimensione cognitiva e di fare la differenza sul campo insieme ai compagni di gioco. Grazie alla passione che anima ogni giorno il lavoro dello staff tecnico, questi ed altri obbiettivi rientrano nella strategia e nell’impegno quotidiano della scuola di calcio di Palermo ASD Jatina qualificandola come una realtà affermata nel settore dello sport giovanile e in prima linea nell’offrire un percorso formativo completo per i giovani appassionati del mondo del calcio.